45, Via Grazia Deledda - Nuoro
335 72 85 657 info@amicidelfolklore.it

Il Costume di Nuoro



Il Costume di Nuoro è uno dei più semplici ma anche uno dei più belli dell’Isola.
La sommaria descrizione che segue si riferisce ai costumi della festa o nuziali, spesso ornati con ori e gioielli.
L’abito da sposa comprende: Copricapo (Benda) costituito da una striscia di tessuto di lino cinta per due volte attorno al capo lasciandone ricadere un lembo sulla spalla; corpetto (Pala a supra) indossato sopra un giubbetto di panno scarlato profilato di seta rossa (Zippone); camicia (Camisa) o linza, di tela bianca, con ampie maniche e ricami al collo e ai polsi; grembiule trapezoidale (Franda) ornato con minuti ricami; gonna di orbace (Tunica) bordata da una balza di seta rossa; cintura stretta di nastro dorato (Chintorju).
Questo tipo di vestiario, diffuso nella seconda metà  dell’Ottocento, è andato scomparendo a partire dagli anni Venti; fatto proprio dai gruppi folkloristici attuali, è divenuto il “Costume Nuorese” per antonomasia.
L’Abito maschile, usato nel periodo a cavallo tra L’Ottocento e  Novecento, è costituito da:
Copricapo (Berritta) di panno nero; camicia (Ghentone) in tela bianca di cotone con piccolo colletto ricamato e ampie maniche, strette da bassi polsini pure ricamati; giubbetto (Zippone) realizzato in panno rosso e rivestito quasi interamente di velluto blu, agganciato a doppio petto e interamente profilato di seta rossa; giacca senza maniche (Peddes) in pelle d’agnellino nera; gonnellino nero d’orbace (Carzones de furesi) ampio e piuttosto corto, profilato nell’orlo inferiore di panno rosso, e, nelle tasche di panno nero; calzoni bianchi (Carzones de tela), di lino o di cotone, infilati entro le uose di orbace nere (Mesu carzas), ornate da un sottilissimo bordino rosso. In vita un cintura di cuoio nero (Chintorju) con profili rossi, decorata con ricami floreali in seta policroma.
L’abbigliamento sobrio e particolarmente elegante adottato nella seconda metà  dell’Ottocento, conservatosi, senza sostanziali variazioni, per circa un secolo.